Cerca

L’ultima novità di Zuckerberg: i pagamenti su WhatsApp

Dal 16 giugno 2020, dopo mesi di test, il gruppo Facebook ha introdotto una nuova funzionalità legata a Whatsapp, attualmente disponibile in fase di prova in Brasile. Essa permetterebbe lo scambio di denaro fra utenti su Whatsapp, funzionalità che era già presente da tempo nella competitor cinese WeChat.

Ciò è reso possibile da Facebook Pay,  un sistema lanciato lo scorso anno che è in procinto di estendersi non solo su Whatsapp stessa, ma bensì su tutte le piattaforme del gruppo (compreso, ad esempio, Instagram).

Cosa permette Facebook Pay?

Le principali caratteristiche e comodità di questo servizio sono:

  • La possibilità di selezionare il metodo di pagamento una sola volta, tale metodo potrà essere
      utilizzato per tutte le altre app di Facebook, senza dover reinserire i relativi dati ogni volta;
  • La possibilità di far scegliere all’utente di configurarne le funzionalità: Facebook Pay infatti non verrà configurato automaticamente tra le app attive dell’utente, a meno che egli non scelga di farlo;
  • La possibilità di visualizzare la cronologia dei pagamenti e aggiornare le impostazioni legate ad essi in unico luogo;
  • La comodità di ottenere assistenza in tempo reale;

Come funzionerà su Whatsapp?

L’app permetterà non solo di ricevere e inviare denaro attraverso messaggistica, ma consentirà anche di inviare pagamenti per prodotti del catalogo di un negozio, o magari di pagare ad un ristorante.

Questa funzionalità, infatti, sarà disponibile sia per esercizi commerciali online che offline.
Inviare denaro o effettuare un acquisto su Whatsapp è gratuito per le persone ed avviene con un semplice messaggio.

Il costo di utilizzo della piattaforma ricade solo sui commercianti che desiderano utilizzare WhatsApp come metodo di pagamento per i beni e servizi che offrono.

Le aziende, infatti, pagheranno una commissione di elaborazione del 3.99% per ricevere i pagamenti dai clienti,
similmente a quando accettano una transazione con carta di credito.

I pagamenti vengono effettuati dagli utenti o richiesti dai commercianti attraverso una specifica funzione all’interno delle conversazioni. Per completare le transazioni, servirà un PIN a sei cifre o la conferma tramite riconoscimento biometrico (impronta digitale/sblocco tramite riconoscimento facciale sicuro).

Come metodi di pagamento saranno disponibili carte di credito o Bancomat che andranno preventivamente
legati al proprio account WhatsApp, tramite una procedura gestita da Facebook Pay.

Ancora non si conosce precisamente una data di arrivo, sappiamo solo che per ora questa nuova funzione è in test in Brasile, il paese usato solitamente dalle grandi multinazionali per testare nuove funzioni.

Se la cosa avrà successo, forse potremmo aspettarci l’arrivo in Italia di questa e altre funzioni entro il 2021, anche se niente di ciò è certo.

Interessato a sconti Amazon? Abbiamo un canale Telegram dove potrai trovare i migliori sconti disponibili! Se hai deidubbi o vuoi aprire una discussione, sentiti libero di commentare sulla nostra pagina Instagram!

← Ti sei perso la presentazione della PS5 di Sony? Eccoti tutte le novità